sorbetto, sorbetto al limone, dolci al cucchiaio

Sorbetto al limone di Amalfi

Potete servire il sorbetto al limone di Amalfi come semifreddo, oppure mescolarlo a del vino bianco frizzante o allo seltz.
Per evitare che il sorbetto indurisca in superficie formando dei ghiaccioli e poi presenti delle parti liquide separate dalle parti solide, dovete mescolare più volte il sorbetto mentre si trova in freezer oppure, una volta solidificato, porre i blocchi di sorbetto ghiacciato a frantumare in un frullatore, riducendoli in crema.
Il sorbetto così ottenuto risulterà più pastoso e non acquoso, inconveniente cui invece si va incontro se non si interviene con questi accorgimenti.

Print Friendly

Voto della ricetta

  • (0 /5)
  • (0 Voto)

Istruzioni

  • 1. Spremete i limoni, raccoglietene il succo in una caraffa graduata e unite tanta acqua in modo che il succo dei limoni costituisca un quarto del contenuto e l’acqua i restanti tre quarti.
  • 2. Versate questo liquido, incorporandovi la scorza grattugiata finemente degli agrumi e lo zucchero, in una casseruola; incorporate anche l’albume dell’uovo montato a neve.
  • 3. Ponete la casseruola su fuoco dolce e fare cuocere senza portare ad ebollizione, rimestando in continuazione.
  • 4. Non appena avrà raggiunto il bollore, togliete dal fuoco e versate il tutto in una terrina, filtrando con un colino e lasciate raffreddare.
  • 5. Trasferite la terrina nel freezer per qualche ora o comunque finché non sia gelato.
  • 6.

About Chef

Rosy

Mi chiamo Rosy, insegno in una scuola elementare. Fin da piccola sono sempre stata appassionata di cucina! Mi piace tanto curiosare sui blog di cucina per trarne ispirazione e ...